Strumenti Utente

Strumenti Sito


Barra laterale

Entrata
Benvenuti.
Chi siamo
Chi siamo?
Progetti in essere
La vita intorno la chianina
Ex-voto
Federigo Terrosi
Baricci Giulio Piero
Didattica
Mi ricordo che...
Video
Video.
Immagini
Galleria Miro
Presentazioni
Presentazione del 5.8.2016
Interviste
Interviste
Altro
Sulla privacy
Chat
Visite
Ebook


1
online

Nuova pagina

Non sei autorizzato ad aggiungere nuove pagine

Indice.

nolink


Tutti i contenuti della piattaforma sono pubblicati sotto licenza Creative commons - Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo

progetti:piero:capitoli

Frontiera Due: versioni digitali

SINOSSI di Frontiera Due

Una vecchia casa colonica della val di Chiana vive in solitudine gli ultimi giorni della sua lunga esistenza. Uomini, animali e cose l’hanno abbandonata per sempre, così come è stato abbandonato l’uomo che sotto il suo tetto si rifugia. È in preda ai postumi di una sbornia pesante, scatarra e piscia dalla finestra, maledicendo le voci che gli trafiggono cuore e cervello. Dall’incontro di queste due disperate solitudini, nasce, quasi magicamente, una corrispondenza di pensieri e sentimenti profondi tra la casa e l’uomo. Il passato riaffiora nei ricordi di Frontiera Due e di Mario tra amare realtà e malinconiche leggende, e alle loro voci, come in un coro, si aggiungono quelle di tutta la natura. Il tempo riprende a scorrere e, in una sorta di naturalismo lirico e provocatorio, quel mondo che sembrava perduto per sempre si risveglia e torna a rianimarsi come allora. “Bestiario tragicomico di uomini, odissea di ogni forma vivente in un angolo paludoso di Toscana, Frontiera Due dà voce a gatti mignatte falene… a mezzadri fattori preti… a stalle osterie bordelli… a Rosa Bricco Sorbello… a sogni svaniti e a lettere d’amore.”


Versioni digitali

1) Leggere preferibilmente con il programma Calibre
progetti/piero/capitoli.txt · Ultima modifica: 14/10/2019 22:09 da cesiano