Strumenti Utente

Strumenti Sito


Barra laterale

Entrata
Benvenuti.
Chi siamo
Chi siamo?
Progetti in essere
La vita intorno la chianina
Ex-voto
Federigo Terrosi
Baricci Giulio Piero
Didattica
Mi ricordo che...
Video
Video.
Immagini
Galleria Miro
Presentazioni
Presentazione del 5.8.2016
Interviste
Interviste
Altro
Sulla privacy
Chat
Visite
Ebook


1
online

Nuova pagina

Non sei autorizzato ad aggiungere nuove pagine

Indice.

nolink


Tutti i contenuti della piattaforma sono pubblicati sotto licenza Creative commons - Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo

progetti:la_classe_dirigente_valdichiana

La classe dirigente della Val di Chiana 1945-1970.

Premessa

Dopo l’esperienza breve dei Sindaci nominati dal CLN, spesso appartenenti alla vecchia classe dirigente (per es.: il marchese Origo a Chianciano, il conte Bracci a Montepulciano), con le nuove elezioni amministrative a suffragio universale una nuova classe dirigente si insedia nei Consigli comunali e nelle Giunte; questa nuova classe dirigente viene dalle file del PCI e del PSI, dalla lotta antifascista, dalle prime lotte mezzadrile del secondo dopoguerra.

Gli storici a lungo hanno dibattuto se l’Italia repubblicana abbia conservato elementi del vecchio Stato albertino o se invece si sia rinnovata radicalmente; nelle regioni cosiddette “rosse” il cambiamento istituzionale fu sentito come una svolta radicale. In Val di Chiana, dove le sinistre ottennero circa il 60/70% dei voti, questa svolta fu sentita con maggior forza, ma nello stesso tempo fu vissuta con qualche difficoltà perché fu necessario creare una nuova classe dirigente capace di sostenerla.

Nei Consigli comunali, spesso per la prima volta, si insediarono mezzadri, braccianti, artigiani, tra i quali furono scelti gli Assessori e i Sindaci.

Oggetto della ricerca

La ricerca si propone di rintracciare e di sottoporre ad analisi socio-antropologica e politica i seguenti elementi:

a) chi furono gli Amministratori, qual era la loro provenienza sociale, il loro grado di istruzione, la formazione culturale e politica;

b) quale fu l’azione di questa nuova classe dirigente, quale cultura politica espresse, quali furono gli indirizzi di sviluppo sociale che impressero alle loro comunità, a quali trasformazioni culturali dovettero sottoporsi.

Periodo

Il periodo da studiare è quello che va dal 1945, anno da cui comincia l’attività della classe dirigente locale nuova, al 1970 quando nascono le Regioni, che per alcuni interventi o si sostituiscono ai Comuni o a questi danno indirizzi precisi di politica amministrativa.

Luoghi e campi dell’indagine

I Comuni interessati sono quelli di Sinalunga, Torrita di Siena, Montepulciano, Chianciano e Chiusi.

L’indagine riguarderà:

I risultati elettorali delle amministrative del periodo interessato

Gli Archivi comunali, per i settori relativi a:

Istruzione e cultura

Sviluppo edilizio ed urbanistico (Indirizzi urbanistici e poi Piani regolatori)

Sanità ed assistenza

Attività produttive

La memoria storica:

Interviste ad ex Sindaci, ex Assessori, dirigenti politici

Rassegna della stampa locale, ove possibile.

Mariano Fresta - 27 dic 2011

progetti/la_classe_dirigente_valdichiana.txt · Ultima modifica: 09/07/2016 15:46 (modifica esterna)