Strumenti Utente

Strumenti Sito


Barra laterale

Entrata
Benvenuti.
Chi siamo
Chi siamo?
Progetti in essere
La vita intorno la chianina
Ex-voto
Federigo Terrosi
Baricci Giulio Piero
Didattica
Mi ricordo che...
Video
Video.
Immagini
Galleria Miro
Presentazioni
Presentazione del 5.8.2016
Interviste
Interviste
Altro
Sulla privacy
Chat
Visite
Ebook


2
online

Nuova pagina

Non sei autorizzato ad aggiungere nuove pagine

Indice.

nolink


Tutti i contenuti della piattaforma sono pubblicati sotto licenza Creative commons - Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo

documenti:libro:premessa

Premessa

Quest'avventura ha inizio nell'estate del 2011. Ha inizio di notte, all'aperto, davanti ad una panzanella, insieme ad alcuni amici che, in comune, soffrono di un morbo inguaribile: vorrebbero cambiare la visione delle cose.
Non importa quale sia il mezzo, quale disciplina prendano a prestito.
Alessandro e Giulio stavano parlando dei loro ultimi lavori (sono entrambi appassionati di storia locale) e riflettevano sulla difficoltà d'accesso alle fonti archivistiche e su quanto poco lavoro sia stato fatto per digitalizzarle e renderle di dominio pubblico. Consideravano, sconsolati, il metodo autosufficiente del lavoro di ricerca, isolato da altri interlocutori, spesso ripetitivo e poco fecondo. Forse rassicurante, nel senso che nessuno ti contesta, ma sicuramente meno appassionante del sanguigno contraddittorio. Stavano riflettendo sul tempo speso per esaminare le stesse fonti storiche, magari in periodi diversi, senza condivisione, senza collaboratori, quando… con Juan Carlos abbiamo distolto lo sguardo dall'aroma di cipolla e, involontariamente, abbiamo acceso la lampadina.
Juan Carlos è un sudamericano, un artista, un raffinato cultore e conoscitore di software libero, un giramondo in continua esplorazione di luoghi inediti dove portare il verbo della condivisione della conoscenza. È uno degli ideatori e fondatori di Hipatia, (http://www.hipatia.net/) un caro amico dalla risata e dall'entusiasmo contagiosi. Mi ha guardato e, senza pronunciare altro, si è messo a ridere emettendo un:“Il wiki!”.
Come a dire:“È ovvio no, cosa aspettate?”.
Spesso le cose nascono da combinazioni di casualità, di mentalità dall'impasto improbabile.
Il wiki, un software libero, un programma per calcolatori la cui traduzione potrebbe essere quella di rapido, veloce, strumento per la creazione di ipertesti (dal più noto wikipedia), lo stavo già sperimentando con gli allievi del punto paas di Abbadia (http://paasabbadia.vv.si/), come forma di elaborazione collettiva delle nostre serate. Da quell'associazione d'idee, all'aggancio con l'archivio storico posseduto dalla famiglia Ciuffi, il tragitto è stato molto breve: un sorso di vino. È stato Alessandro a proporre l'idea di poterlo visionare, consultare, che ho afferrato al volo, considerando l'amicizia con Laura, attiva partecipante alle nostre serate presso il punto paas. Ne è nato un sodalizio che ha permesso la creazione del gruppo dei Ricercatori liberi chianini (http://www.ricercatoriliberi.org/) e del wiki come strumento di scrittura collaborativa e archivio digitale contenente le foto di oltre duemila pagine, a partire dalla fine del 1700.
Nel frattempo si sono aggiunti al gruppo: Mariano Fresta, Emiliano Palei, Vladimiro Menchicchi, Giordano Cioli.
Le pagine che seguono sono il risultato dell'allegria di quella sera estiva.
Non ce ne siamo accorti, sicuramente contagiati dalle risa e dal troppo vino, ma qualcuno sostiene che fu una notte di stelle cadenti.
Cesiano Del Maso

documenti/libro/premessa.txt · Ultima modifica: 09/07/2016 15:46 (modifica esterna)