Strumenti Utente

Strumenti Sito


Barra laterale

Entrata
Benvenuti.
Chi siamo
Chi siamo?
Progetti in essere
La vita intorno la chianina
Ex-voto
Federigo Terrosi
Baricci Giulio Piero
Didattica
Mi ricordo che...
Video
Video.
Immagini
Galleria Miro
Presentazioni
Presentazione del 5.8.2016
Interviste
Interviste
Altro
Sulla privacy
Chat
Visite
Ebook


1
online

Nuova pagina

Non sei autorizzato ad aggiungere nuove pagine

Indice.

nolink


Tutti i contenuti della piattaforma sono pubblicati sotto licenza Creative commons - Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo

appunti:miro:libro:medi:az_chianacce

6-Az-Agr-CHIANACCE

Da Catalogo 1970 AREZZO

Prop. VANNI LORENZO e VANNI ANGIOLO

Lorenzo Vanni, mentre era toraio nella fattoria di Font'a Ronco, acquistò un podere di circa 15 ettari dalla fattoria delle Chianacce, nel quale impiantò un allevamento di Chianina. Nel 1953 portò in una Mostra tenutasi ad Arezzo tre animali, uno allevato dal colono Angiolo Malentacchi e due dal colono Angiolo Bondi. Quest'ultimo rimase nell'Azienda fino al 1957, dopo che questa era passata ad Angiolo Vanni nel 1955.

Dal 1955 al 1957 il suo colono rimase il Bondi dopo il suo posto lo prese Caterini Carlo e vi rimase fino al 1975. Da questo anno fino al 1985 il colono fu Mancini Egisto (detto il Pirro).
Il Vanni aveva mestiere da vendere tanto che gli fu conferito il titolo di “MAESTRO di LAVORO”.
Il suo allevamento ebbe una notevole crescita, tanto è vero che mantenne nel suo podere la monta pubblica taurina.
Dal 1953 al 1974 partecipò ai Mercati - Concorso di M. P. Stazione e di Arezzo iscrivendo la bellezza di 125 soggetti.
Se consideriamo che aziende come La Braccesca, quella del Passerini e quella dei F.lli Baiocchi ne iscrissero complessivamente, in media una ventina in più e addirittura il Pilotti, lo Svetoni e S. Polo ne iscrissero di meno, dobbiamo affermare che Angiolo fece un lavoro importante per la razza Chianina.
Pertanto il titolo a lui conferitogli fu meritatissimo.
Nota: Il Sigg. Angiolo Vanni, lavorava molto con il sistema di “RISTALLO”. 1)
Dallo spoglio dei cataloghi, si riscontra che in grande maggioranza gli animali da lui iscritti nei vari Mercati-Concorso, in precedenza apparteneva ad altri allevatori.

I migliori soggetti di questa azienda furono:

SOGGETTI MASCHI ISCRITTI NEI MERCATI-CONCORSO.

Soggetti, appartenenti all'azienda, iscritti nei vari Mercati-Concorso e classifica. 2)
SoggettiAziendaMercati-ConcorsoClassifica
N°125Az. Agr. ChianacceN°2310° posto generale

Soggetti maschi, classificati in 17 Mercati-Concorso dall'anno 1946, all'anno 1969, ad Arezzo e a M. P. Stazione.

Vanni Angiolo (Chianacce AR)
1946 M.P.1946 AR1947 M.P.1947 AR1948 M.P.1949 M.P.1949 AR1950 M.P.1951 AR1952 M.P.1954 M.P.1958 M.P.1961 AR1964 M.P.1965 AR1968 AR1969 M.P.Tot.
1 4 8 6 12 13 44
Miglior toro per il numero di figli iscritti alle mostre:
ToroFigliMostre
MUSONE 3476 ARn° 55 n° 7

1) Gli animali venendo acquistati, passavano da una stalla, all'altra.
2) Dal 1946 al 1974, riscontrati in 23 cataloghi
appunti/miro/libro/medi/az_chianacce.txt · Ultima modifica: 23/05/2019 18:17 da miro