Strumenti Utente

Strumenti Sito


Barra laterale

Entrata
Benvenuti.
Chi siamo
Chi siamo?
Progetti in essere
La vita intorno la chianina
Didattica
Mi ricordo che...
Video
Video.
Immagini
Galleria Miro
Presentazioni
Presentazione del 5.8.2016
Interviste
Interviste
Altro
Sulla privacy
Chat
Visite
Ebook


1
online

Nuova pagina

Non sei autorizzato ad aggiungere nuove pagine

Indice.

nolink


Tutti i contenuti della piattaforma sono pubblicati sotto licenza Creative commons - Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo

appunti:miro:libro:grandi:fontarronco

1-d-Fatt. FONT'A RONCO

Fattoria della Font'a Ronco

Fattoria di Font'a Ronco - Gentile concessione del Dott. Graziano Pucci.
Fattoria di Font'a Ronco - Gentile concessione del Dott. Graziano Pucci.

I 1930 quadrati corrispondono più o meno a 657 ettari attuali.


Real Fattoria di Font'a Ronco 1)
Pianta Real Fattoria di Font'a Ronco 2)
La fattoria di Font'a Ronco
La fattoria di Font'a Ronco 3)
La Fattoria granducale di Fontarronco guidata dall'Agente Chiarini Francesco, aveva uno dei più importanti e antichi allevamenti della Val di Chiana, tanto che partecipò con un toro di mesi 10 e due vacche di anni 2 all'Esposizione Agraria Toscana. Firenze, Le Cascine. Dal 1° al 7 Giugno 1857.
Pag. Estratta dal CATALOGO degli ANIMALI RIPRODUTTORI, MACCHINE, ARNESI E PRODOTTI AGRARI.
Pag. Estratta dal CATALOGO degli ANIMALI RIPRODUTTORI, MACCHINE, ARNESI E PRODOTTI AGRARI.

4)


La fattoria di Font'a Ronco

Villa

Anno 1864 - N. 17 lotti per la fattoria di Fontarronco (679.45.89 ha, con Fattoria, terreni e fabbricati, 22 poderi).
E ancora (le cartelle d’archivio presentano cospicue lacune): 5)


Prop. La Baronessa FIORELLA DE BACHEVILLE vedova del Barone FAVARD DE ANGLADE, il C.te MASSIMO DI FRASSINETO poi la C. ssa MARINETTA DI FRASSINETO.

Vedi: La fattoria di Font'a Ronco. 6)

I DI FRASSINETO

Famiglia originaria della Germania (Amburgo), con il cognome Hertz, dimorante a Firenze, alla quale nel 1867 fu concesso il titolo di conte di Frassineto con trasmissione primo geniale mascolina, titolo riconfermato nel 1905. Nel 1928 il cognome Hertz, che dimostrava le origini ebraiche della famiglia, fu sostituito con quello Di Frassineto. Jacob fu padre di Gioacchino Vittorio, marito di Maria De Ferrari, e nonno di Alfredo e Massimo.

DI FRASSINETO, MASSIMO**(Firenze, 3 marzo 1873 - ?)

Tenuta FONT'A RONCO
Il C.te Massimo Di Frassineto era un grande appassionato di bestiame, pertanto si adoperava in prima persona per il miglioramento della razza chianina:

L'Ing. Vannuccio Vannuccini- N.20-11-1853 Borgo San Sepolcro (AR) M.7-8-1901

Alla fine del Dicembre 1899 contribuì a creare, insieme ai promotori Conte Massimo Di Frassineto, Prof. Ezio Marchi e un nucleo di agricoltori la “Società degli Agricoltori della Val di chiana”, con sede a Foiano (AR), avente lo scopo di tutelare gli interessi agricoli, migliorare il bestiame soprattutto con l'introduzione del Libro Genealogico e facilitare l'adozione su larga scala di nuove regole pratiche agricole. L'organigramma di tale Società era così formato: Presidente: Conte Massimo Di Frassineto; Vice Presidente: Nob. Giacomo Arrighi Griffali; Segretario: Dott. Jacopo Pignatelli; Cassiere: Orazio Lazzeri; Consiglieri: Del Corto Federico (Presidente del Comizio Agrario di Montepulciano), Ing. Vannuccio Vannuccini (Presidente del Comizio Agrario di Cortona), Del Corto Avv. Gio Batta (Presidente del Comizio Agrario di Foiano), Giullini Cav. Avv. Luigi (Presidente del Comizio Agrario di Arezzo), Brunori Ing. Enrico, Capei Dott. Alessandro, Farina Emilio, Marchi prof. Ezio, Petrucci Comm. Pandolfo, Cesaroni Ing. Cesare, Reattelli Dott. Fernando, Mucciarelli Francesco, Contini Pasquale, Mancini Dott. Niccola, Marri Augusto, Luatti Vincenzo. Primo atto di tale Società fu l'impianto nel 1900 di un Libro Genealogico (Herd BooK) della razza Chianina.7) 8)

Allo scopo di dare il più largo impulso all'allevamento ed al miglioramento del bestiame bovino chianino, si notifica che la Cattedra Ambulante di agricoltura per la Provincia di Siena ha annunciato il 1°Concorso metodico circondariale di Montepulciano di bovini di razza chianina che si tiene il 24 giugno 1922 alla Maestà del Ponte, zona della frazione di Fontago, Comune di Montepulciano, nei locali degli stalloni 9)gentilmente concessi dal Sig.Conte Massimo di Frassineto.

Del suo interesse per l'allevamento lo vediamo anche dal numero degli animali che iscriveva nei Mercati-Concorso. Ad esempio in confronto a suo fratello Alfredo, proprietario della Fatt. Frassineto, il Conte Massimo ne iscriveva in numero maggiore, nonostante che la sua tenuta avesse meno ettari di terreno.

Uno dei primi animali di proprietà del Conte che noi effettuando la ricerca, abbiamo trovato, fu Bianco N. 0009, il quale, venne premiato nella mostra bovina di Foiano della Chiana del 1900. 10)

Anno 1864 - N. 17 lotti per la fattoria di Fontarronco (679.45.89 ha, con Fattoria, terreni e fabbricati, 22 poderi).
Anno 1964 - N. 13 lotti per la fattoria di Frassineto (
748.18 ha, con 2 tenute – Frassineto e Mansiana – vari fabbricati e 12 poderi).
Fatt. Font'A Ronco, dai dadi rilevati in 23 cataloghi dei Mercati-Concorso, iscrisse 630 soggetti maschi, classificandosi al 3° posto.
Fatt. Frassineto, dai dadi rilevati in 23 cataloghi dei Mercati-Concorso, ne iscrisse
395 classificandosi al 5° posto.
Quindi la Fatt. Font'A Ronco, ne iscrisse
235 in più.

Gli animali da riproduzione venivano allevati dal colono VANNI.
In questa fattoria c'era una Stazione di monta pubblica taurina.
Aveva un nucleo di selezione.
Istituito nel 1933.

La Fatt. FONT'A RONCO, con la Fatt.ABBADIA e la Tenuta di SANTA CATERINA furono le tre aziende ce iscrissero il più alto numero di animali nei vari Mercati-Concorso, delle tre risulta l'ultima ma dalle foto che abbiamo potuto analizzare, per la qualità degli animali non la riteniamo seconda a nessuno.
In effetti analizzando dei documenti, abbiamo scoperto che in 7 Mercati-Concorso, a 4 tori riproduttori dell'azienda (Cildo, Iurzo, Norzo e Sfuggito), gli vennero classificati 52 figli di I Classe Extra.
Riguardo agli incrementi questa azienda fu la migliore, 512 figli di sei tori, iscritti in vari Mercati-Concorso, avevano la media di un incremento di peso del 19,50% in più rispetto il peso medio della razza. Vedi: Aziende

Per più di 40 anni la linea di sangue del tori CHIODINO 429 AR o NODI 590 AR non fu cambiata. 11)

ELENCO PADRI e FIGLI:

PADRIFIGLI
CHIODINO - 1932 o NODI - 1932 12)NEGUS - 1937--
NEGUS - 1937UBOLO - 1943--
UBOLO - 1943ALIAS - 1946--
ALIAS - 1946CILDO - 1948--
CILDO - 1948IURZO - 1953--
IURZO - 1953NORZO - 1956--
NORZO - 1956SFUGGITO - 1960--
SFUGGITO - 1960CIALDO - 1967--
CIALDO - 1967LEONE - 1973CIALDO - 1967MESTRO - 1974
LEONE - 1973RISOTTO - 1978MESTRO - 1974TRIGIDO/TARZAN - 1980 13)
RISOTTO - 1978VUMO - 1983TRIGIDO/TARZAN - 1980ALIAS - 1984 14)

L'attività zootecnica in questa azienda venne chiusa nell'anno 1996.

I migliori soggetti di questa azienda furono:

Foto Fatt. FONT'A RONCO

SOGGETTI MASCHI ISCRITTI NEI MERCATI-CONCORSO.

Soggetti, appartenenti all'azienda, iscritti nei vari Mercati-Concorso e classifica. 15)
SoggettiAziendaMercati-ConcorsoClassifica
N°29C.te Massimo Di FrassinetoN°145° posto generale
Soggetti, appartenenti all'azienda, iscritti nei vari Mercati-Concorso e classifica. 16)
SoggettiAziendaMercati-ConcorsoClassifica
N°62Fatt. S. CATERINAN°53° posto generale
Soggetti, appartenenti all'azienda, iscritti nei vari Mercati-Concorso e classifica. 17)
SoggettiAziendaMercati-ConcorsoClassifica
N°630Fatt. Font'A RoncoN°233° posto generale

Totale soggetti iscritti 721

Soggetti maschi, classificati in 31 Mercati-Concorso dall'anno 1922, all'anno 1969, ad Arezzo e a M. P. Stazione.

Conte Massimo Di Frassineto (Fatt. Font'A Ronco)
19221923192419261929193019311939193919401940194119421943
M. P.M. P.M. P.M. P.M. P.M. P.M. P.M. P.ARM. P.ARM. P.M. P.M. P.
5 6 6 3 6 26
1946 M.P.1946 AR1947 M.P.1947 AR1948 M.P.1949 M.P.1949 AR1950 M.P.1951 AR1952 M.P.1954 M.P.1958 M.P.1961 AR1964 M.P.1965 AR1968 AR1969 M.P.
7 14 6 21 12 9 17 7 19 2 28 40 31 30 27 23 20 313
Totale 339
Migliori tori per il numero di figli iscritti alle mostre:
ToroFigliMostre
ALIAS 239 ARn° 91n° 9
CILDO 256 ARn° 116n° 9
IURZO 3157 ARn° 53n° 6
NORZO 397 ARn° 61n° 8
PASCIÀ 152 ARn° 61n° 4
SFUGGITO 260 ARn° 130n° 8
Migliori tori per il numero di figli iscritti in singole mostre:
ToroFigliMostra
CILDO 256 ARn° 29Anno 1957
SFUGGITO 260 ARn° 20Anno 1965
SFUGGITO 260 ARn° 19Anno 1968
SFUGGITO 260 ARn° 19Anno 1969
SFUGGITO 260 ARn° 19Anno 1970

1) , 2) Estratto da→La Val di Chiana comparata al Canal du Midi - Geom. Franco Boschi
3) Estratto da AMEDEO BIGAZZI, Le fattorie granducali e dell'Ordine di Santo Stefano, in Val di Chiana. Estratto dalla rivista: ATTI E MEMORIE DELL'ACCADEMIA PETRARCA DI LETTERE, ARTI E SCIENZE. NUOVA SERIE-VOL. LXX ANNO 2008.
5) Estratto da ROBERTO SANCHINI La vendita delle fattorie granducali in Valdichiana I
6) Estratto da ALBERORO fra storia e tradizione di ALDO VANNI - Febbraio 2010
7) il Luatti Vincanzo Citato sopra, è un erede del Dott. Luatti Vincenzo [N.:1806 M.:1887]
8) Estratto da I personaggi illustri-Istituto d'Istruzione Statale-A.VEGNI Scritto da Riccardo Venerdì 03 Febbraio 2012 21:21
9) Dai ricordi di Luigi Della Giovan Paola, in queste strutture prima della seconda guerra, dall'esercito venivano allevati i muli. Tutt'ora questa zona da alcune persone viene chiamata STALLONI
11) Nell'elenco sottostante, possiamo verificare che la linea di sangue dei padri, non viene cambiata. Ma in particolare, i due figli di Negus, nati a distanza di due anni, sono figli anche della stessa madre.
12) Sul copostipite di questa linea di sangue ci sono dei dubbi, Ottorino Vanni mente storica della razza Chianina, pende più verso Chiodino che su Nodi
13) , 14) Allevatore e Proprietario: F.lli Vanni Az. Agr. Le Fonti
15) Dal 1922 al 1943
16) 1946 M. P. Stazione, 1947 M. P. Stazione, 1950 M. P. Stazione, 1952 M. P. Stazione, 1958 M. P. Stazione
17) Dal 1946 al 1974, riscontrati in 23 cataloghi
appunti/miro/libro/grandi/fontarronco.txt · Ultima modifica: 17/06/2022 23:25 da miro