Strumenti Utente

Strumenti Sito


Barra laterale

Entrata
Benvenuti.
Chi siamo
Chi siamo?
Progetti in essere
La vita intorno la chianina
Ex-voto
Federigo Terrosi
Baricci Giulio Piero
Didattica
Mi ricordo che...
Video
Video.
Immagini
Galleria Miro
Presentazioni
Presentazione del 5.8.2016
Interviste
Interviste
Altro
Sulla privacy
Chat
Visite
Ebook


1
online

Nuova pagina

Non sei autorizzato ad aggiungere nuove pagine

Indice.

nolink


Tutti i contenuti della piattaforma sono pubblicati sotto licenza Creative commons - Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo

appunti:miro:libro:foto:puccio:massena

1927-MASSENA

Allevatore: Soc. Bonifiche Terreni Ferraresi Fatt. S. Caterina (AR)

Proprietario: Conte Avv. Francesco Puccio Prefumo Bettolle (SI)

Massena, nato il 01-01-1927

1)

Massena: 1930, visita di approvazione dei tori.

Per prima cosa è bene precisare che l'anno di nascita nel titolo è indicativo, tanto per Massena quanto per gli altri animali nati prima del 1935 (anno d'introduzione del libro genealogico). Abbiamo ipotizzato che fosse nato nel 1927 in considerazione della data di nascita di un suo figlio famoso che, oltre tutto, non gli viene riconosciuto da chi lo iscrive al Libro Genealogico. 2)
Abbiamo anche pensato che si trattasse di una femmina, e che quella a finale fosse un errore di stampa. Personalmente 3), la prima volta che ho notato il suo nome è stato nel retro di una foto del toro Sanitario.4) Ma andando avanti nella ricerca lo abbiamo ritrovato con il nome di Messena tra i tori approvati. 5) Quindi quel nome è stato riconfermato.
La cosa più interessante che lo riguarda l'abbiamo scoperta più avanti in un articolo del 1947 sul mensile Agricoltura Toscana di Carlo Fregola. Abbiamo appreso che Massena era il padre di Trento 595. 6) Prendendo per buono ciò che scrive l'autorevole Direttore del A.P.A.A. (Associazione Provinciale Allevatori Arezzo) Dr. Maurizio Kovacevih in un articolo del 2004 nella Rivista “La Grande Nevicata di Primavera”, riguardo al toro Trento 595. 7) possiamo affermare che uno dei capostipiti della razza chianina sia stato Massena, visto che era il padre dello stesso Trento 595.
Allora perché è stato dimenticato?
Forse questa successiva intervista ci verrà in aiuto per capire tanta reticenza.

Sabato 3 Marzo 2018

Quello che sto 8) per scrivere adesso lo ruminavo in testa da un paio di anni e solo ora mi sono deciso. L'indecisione deriva dal fatto che si tratta di notizie di fonte orale, udite di persona e non comprovate da documentazione.
La fonte (P. M. che voglio rimanga anonima) è un signore quasi novantenne che all'epoca dei fatti citati era fanciullo. Dialogando di tante cose riguardo la razza chianina, ad un certo punto mi dice:«Vedi, noi della fattoria di Puccio, avevamo dei buoni animali ma i meriti li prendeva il Passerini». 9) Per farmi capire meglio il concetto mi parla proprio di Massena.
Inizia dicendo:«Quando ero piccino noi ci s'aveva un vitello molto bello che si chiamava Massena».
Rispondo che questo nome lo avevo trovato scritto da qualche parte.
Mi racconta che fu acquistato dalla Fattoria di S. Caterina, che sull'animale avevano anticipatamente messo gli occhi i Passerini ma che Puccio, con uno stratagemma, era riuscito ad assicurarselo.
La cosa non fu gradita alla fattoria confinante. Continuando mi fece notare il risentimento dei Passerini per lo “sgarbo”. Talmente risentiti che “Pellegro” si presentò alla stalla e disse al mezzadro che il vitello Massena andava macellato.
Chiesi prontamente chi fosse Pellegro e lui mi rispose che era il fattore di Puccio.10)
Il mezzadro si oppose ed a quel punto il fattore, con tono minaccioso, lo consigliò di stare attento perché poteva scattare anche la disdetta del patto colonico.
La reazione del mezzadro, per nulla intimorito, fu immediata; si tolse il cappello e lo lanciò a qualche metro di distanza rispondendo:«Lo vedi quel cappello? Potrebbero venirci tre o quattro fattorie a raccattarmelo. Finché ci so' io il vitello 'un si tocca».
Il fattore se ne andò e grazie a quel mezzadro risoluto, Massena diventò uno dei migliori tori riproduttori di razza chianina.

Le linee genealogiche di Massena

  • Creò due linee, una partente dall'aretino e l'altra dal senese entrambe di altissimo livello.

Diventando padre di Trento 595 AR, di conseguenza nonno di Lutero 1351 AR, bisnonno di Tagu 2009 AR, trisnonno di Breno 378 AR, da Breno nacque Emao 416 AR, da Emao nacque Louno AR 619, da Louno nacque Osato 707 AR da Osato nacque Tomo 115 AR, da Tomo nacque Zelato 548 AR, da Zelato nacque Damasco 29 AR, da Damasco nacque Figimio 2298 SI, da Figimio nacque Messaro 5276 SI, da Messaro nacque Rirro 13935 SI , da Rirro nacque Tempo 19136 SI e da Tempo nacque Ferotto 118103 SI.

Diventando padre di Sultano 102 SI, di conseguenza nonno di Pupazzo 1112 SI, bisnonno di Sanitario 770 SI, trisnonno di Bazzotto 564 SI, da Bazzotto nacque Giogo 378 SI, da Giogo nacque Rauco 2 SI, da Rauco nacque Vulgato 1557 SI, da Vulgato nacque Cantù 6381 SI, da Cantù nacque Maullo 5329 SI, da Maullo nacque Cinello 111096 SI.

Dopo questa conversazione, mi viene da pensare che lo sgarbo di cui abbiamo parlato prima, qualcuno se lo sia legato al dito, di conseguenza che l'animale non sia stato dimenticato, ma, che si sia volutamente dimenticare. 11)
La notizia che Massena era il padre di Trento 595 pubblicata nel 1947, la quale, per come è argomentata si intuisce non essere frutto di fantasia (se non è pubblicata prima da altre parti), sarebbe stata resa nota con molto ritardo rispetto la nascita dell'animale, nato nel 1931, 16 anni, non sono pochi.
Ritornando sulla scheda genealogica del toro Trento 595 12), che l'Associazione Provinciale Allevatori Arezzo detiene, oggi, fra gli antichi cimeli della selezione Chianina. Chi ha iscritto l'animale al Libro genealogico, ha commesso una grande ingenuità. Come è possibile iscrivere un animale a un Libro Genealogico senza saperne la Genealogia.
Parlare di Massena mica avrebbe compromesso la regolarità della scheda?
Tanto da dover rivedere i trattati di zootecnia.

Secondo me 13), nel 1948, chi stabili le linee di Trento 595 e di Banino 29, visto che Massena era il padre di Trento 595 e di Sultano 102, non fu tanto corretto.

CARTELLONE ESPOSTO nella Fatt. S. CATERINA→ M. Carnasciali

Classifiche.

Figli Importanti

1) Il giorno, il mese e l'anno della nascita, non sono reali.
2) , 12)
Scheda di iscrizione.
3) , 8) , 13) Vladimiro Menchicchi
4)
Genealogia retro foto →Archivio Ciuffi.
9) La Fatt. di Puccio Prefumo e la Fatt. di Napoleone Passerini, sono entrambi a Bettolle, le stalle dei tori da riproduzione erano a cinquecento metri l'una da l'altra, con l'avvento delle mostre bovine nacque un po di competizione tra tutte le fattorie della Val Di Chiana.
11) Il pensiero che Massena si sia voluto dimenticare, ci viene rafforzato da due articoli scritti nel mensile Agricoltura Toscana del 1947. Uno che abbiamo già citato prima, scritto nel settembre da Carlo Fregola ci dice che il toro Trento 595 è figlio di Massena. L'altro scritto nel luglio dal Dott. P. G. Buiatti, quando scrive riguardo la Coppa Kennedy ci dice che i figli di Lutero sono della linea di Trento 595. Addirittura scrive che Sanitario è della linea di Banino. A noi dalla scheda genealogica dell'animale (Perlomeno dalla parte paterna.) ci risulta che sia della linea di Massena. Considerando il valore del toro Sanitario, non crediamo che una persona autorevole come il Dott. P.G. Buiatti non conoscesse la genealogia dell'animale. Allora perché scrive che è della linea di Banino? Si sara voluto nascondere Massena?
appunti/miro/libro/foto/puccio/massena.txt · Ultima modifica: 13/03/2020 17:04 da miro