Strumenti Utente

Strumenti Sito


Barra laterale

Navigazione

Benvenuti
Chi siamo
Documenti
Foto
Progetti
Il blog dei dilettanti.
CondiviBiblio
Mediateca
crea libro elettronico
Video
Partecipazione
Centro studi
Sondaggi
Siamo qui
Il calendario
Forum
Sulla privacy


Visite
Posta


0
online

Albero delle cartelle




progetti:officinali:aspraggine

Aspraggine comune

Picris echioides L. – Helminthoteca echioides Famiglia Compositae (Asteraceae)

aspraggine comune - picris echioides

Etimologia

Picris deriva dal greco picros, che significa amaro, per il sapore del lattice che geme dalla pianta; il nome della specie deriva anch’esso dal greco echis, che significa vipera, forse per la somiglianza dell’involucro orale simile alla testa di una vipera o forse perché la pianta adulta è così pungente che la sensazione è quella di essere stati morsi dal rettile.

Descrizione

E’ pianta annuale, polimorfa nel portamento, che può essere da eretto a prostrato, e alla pelosità, da molto densa e pungente no a quasi pianta glabra. Fusti alti 40-60 cm, striati, arrossati, ramosissimi. Foglie basali spatolate (5-7 x 14-22 cm) con picciolo alato, qua e là con grosse verruche biancastre; foglie lungo il fusto lanceolate (1-3 x 4-7 cm), sessili e amplessicauli, più abbondantemente verrucose. Capolini ( ori delle composite) con diametro di 1,5 cm, con squame involucrali esterne cordiformi, triangolari-astate (6 x 12 mm), squame interne lineari, appuntitte. Fiori gialli, di 16 mm di diametro, con ligule (petali) venate inferiormente di rosso-violetto.

Distribuzione e habitat

Specie eurimediterranea con baricentro orientale che cresce in tutte le nostre regio

ni da 0 a 1300 m s.l.m. lungo le siepi le strade, negli incolti, in ambienti ruderali, golene asciutte, prati steppici, ecc. Parti utili: le foglie giovani delle rosette basali Periodo di raccolta: marzo-aprile.

Impieghi in cucina

Nonostante l’aspetto poco invitante determinato dalla ruvidezza pungente, questa specie, una volta bollita, diviene tenera e dolce. E’ ottima per minestre e minestroni, zuppe, ripieni per ravioli, torte e focacce. Lungo la costa romagnola è spesso usata come ripieno nelle piadine. Gli stessi impieghi ha anche la congenere Picris hieracioides L. o aspraggine comune, diffusa negli stessi ambienti della precedente.

Ricette

Frittata d’aspraggine

Si sbollentano leggermente le foglie dell’aspraggine e ripassano nel burro aggiustando di sale, poi si procede come per una normale frittata.

Potresti lasciare un commento se ti fossi autenticato.
progetti/officinali/aspraggine.txt · Ultima modifica: 19/06/2019 20:04 da cesiano